Tag Archives: Stefano Cucchi

Identificazione certa delle forze dell’ordine: una questione di civiltà

20 Lug

L’intervista al capo della polizia Gabrielli contiene un passo più che interessante, fondamentale. Questa sua dichiarazione: 

“Una Polizia che non ha e non deve avere paura degli identificativi nei servizi di ordine pubblico, di una legge, buona o meno che sia, sulla tortura, dello scrutinio legittimo dell’opinione pubblica o di quello della magistratura.”

Individuare con certezza gli autori episodi di brutalità, di violenza gratuita, perfino di sadismo da parte di individui indegni di indossare la divisa di tutori dell’ordine è una questione di civiltà.
La polizia ha il compito di proteggere i cittadini, di tutelarli, è al loro servizio: merita tutto il rispetto dovuto a chi si impegna in questo compito delicato e vitale. Ecco perché i pestaggi nelle di singoli nelle guardine o nelle manifestazioni o come quelli tristemente noti della scuola Diaz e della caserma di Bolzaneto a Genova non devono più avvenire.  È. lo ripeto, una semplice questione di civiltà.

Pubblicità

I miei libri li trovi qui:
http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/gialli-noir/334793/patern-e-il-fiore-rosso/

Annunci

Cosa so della sentenza Cucchi

1 Nov

la legge
Io non voglio sapere chi sia il presidente del tribunale che ha emesso una sentenza non credibile.
Ma so che ieri la giustizia non ha saputo dare una risposta indispensabile ed è stata latitante.

Io non voglio sapere chi ha investigato su un assassinio non riuscendo a trovare le prove del palese e cinico pestaggio a freddo di un giovane affidato allo Stato.
Ma so che in uno Stato di diritto i casi di inutile brutalità degli organi di polizia nei confronti di cittadini inermi vengono perseguiti allo stesso modo di un qualunque reato contro la persona.

Io non voglio sapere chi siano i sindacalisti che con le loro indecenti parole hanno insultato la memoria di un giovane condannato a morte dall’incapacità, dalla crudeltà e dall’indifferenza.
Ma so che se d’ora in poi la notte dormiranno sereni non sono degni di vestire una divisa.

Io so che lo Stato non ha saputo tutelare la vita di un giovane  che gli era stata affidata.
Io so che la gente ha sete di giustizia e di verità e lo Stato ha negato entrambe.
Io so che ieri il senso dello Stato, i valori della convivenza civile, il diritto a una giustizia uguale per tutti hanno vacillato.

Stefano Cucchi: la sentenza

4 Set

 

“Stefano Cucchi è morto per malnutrizione”

“Questa sentenza è una pietra tombale sulla morte di mio fratello”. Cosi Ilaria Cucchi commentando le motivazioni della sentenza per la morte del fratello. E aggiunge: “Questa è una tipica sentenza italiana. Smonta l’impianto accusatorio della Procura e per quanto riguarda il pestaggio si ipotizza che possa essere stato compiuto dai carabinieri senza però trasmettere gli atti ai pm per fare indagini.”

Non c’è altro da aggiungere, mi pare. Le foto del corpo sono già state pubblicate e sono drammaticamente eloquenti.

ParteCivile

marziani in movimento

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: