Tag Archives: Nazareno

È ufficiale

22 Gen

Da rottamare era il Pd, con buona pace di chi, in buona fede, ha ancora fiducia in Renzi.
#cambiaverso sì, ma da sinistra a destra.

Una gran cippa

21 Gen

Nel suo blog sul l’Espresso oggi Luigi Bruschi pone una innocente domanda (quella che trovate subito qui sotto) cui io, da quel maleducato, sovversivo, fazioso, eccetera che sono, ho risposto nel titolo. Ma non mi pare proprio che i democratici (o autodefinitisi tali) abbiano vinto qualcosa di più. Anzi, per essere ancora più diretto e preciso hanno vinto ‘sto cazzo.
====================

Vincere cosa, esattamente?

Abbiate pazienza eh, ma giunti a questo punto, dopo le vicende delle ultime ore che rilanciano il Patto del Nazareno e tutto il resto, mi coglie un irrefrenabile bisogno di porre un quesito.

E vorrei porlo a tutti coloro – ed erano in tanti, lo ricordo bene – che a suo tempo decisero di puntare su Renzi perché “comunque si deve pur vincere“.

A costoro chiederei oggi: scusate eh, ma decidere le sorti del paese con la finta destra populista di Berlusconi da un lato e la Forza Italia sotto mentite spoglie di Alfano dall’altro, ottenendo allo stesso tempo il risultato di contribuire indirettamente al rafforzamento della nuova destra populista di Salvini (unica a restare ‘non compromessa’ dalla triplice alleanza, per dir così), e ancora cambiare verso al PD, spostandolo al centro e dandogli esattamente la forma del partito-padrone tanto avversato per 20 anni, imbarcando per di più quelli che fino al giorno prima dovevano essere da rottamare e ghettizzando quel poco di sinistra rimasta nel PD al punto da costringerla a sloggiare…

No dico per voi democratici, pensateci bene per un momento, tutto questo significa vincere cosa, esattamente?

 

Ma D’Alema può ancora andare a cena?

18 Set

Una mia amica-conoscente entusiasta e fedele renziana (‘della prima ora’ come si dice) scrive di una cena organizzata da D’Alema per riunire amici e collaboratori e commenta, indignata “questi della minoranza PD non si rassegnano mai a perdere”.

A me viene da dire che questa manìa persecutoria  di vedere gufi e sabotatori dappertutto mi ha davvero scocciato. Gufi e sabotatori a prescindere, anche se dovessero discutere angosciati della situazione economica o, quasi peggio, della deriva antilegalità che sta sommergendo l’Italia.

Dove sono finiti quei temi opportunamente sbandierati da Renzi quando gli era opportuno, neppure dieci mesi fa? Che fine hanno fatto – per esempio – il conflitto di interessi, il falso in bilancio, i diritti civili, una vera legge anticorruzione? Che fine sta facendo il partito, sconvolto dagli scandali emiliani, dell’ENI, e localmente dalle correnti, nel Lazio come altrove? Cosa si farà per combattere quella ottusa burocrazia che tiene fermi oltre 700 decreti attuativi, rendendo nulla l’attività legislativa del Parlamento e rivelandosi (la burocrazia, ma non ci voleva molto, mi pare) l’elemento che ritarda lo sviluppo del Paese, non certo il Senato? Dove ci sta portando insomma, il sempre più opaco patto del Nazareno?

Eppure di questo parlano, non da oggi, iscritti, elettori del PD e semplici cittadini, all’insaputa – pare – del governo e dei vertici del partito.
Che invece punta il dito sulla livida e scomposta reazione di quegli straccioni dell’opposizione interna, che si permette ancora di parlare nonostante il 41%. E soprattutto si permette ancora di andare a cena.
Guarda te che mi tocca, difendere D’Alema.

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

ParteCivile

marziani in movimento

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: