Sull’astensione: Serra e Barca

25 Nov
Michele Serra, oggi su La Repubblica.

Michele Serra, oggi su La Repubblica.

L’astensione dal voto è l’argomento del giorno. Non è un problema secondario, è “il” problema, è la cartina di tornasole che svela il disagio, la rabbia, la protesta, il rifiuto dei cittadini a proseguire nel rapporto con una classe politica che non percepiscono più come rappresentante delle proprie istanze.

Proseguendo su questa strada non avremo una problema ma un dramma. E quella di domenica è solo l’anteprima, perchè quando la stragrande maggioranza degli elettori rifiuta l’esercizio del diritto principe in una democrazia c’è un segnale deciso e allarmante. E non vale ricordare che in Gran Bretagna o altrove vota il 30% dei cittadini: come ben dice Fabrizio Barca nel suo blog, non possiamo mettere a confronto l’Italia con quelle nazioni dove il sistema Stato funziona e dove i rappresentanti in Parlamento non solo sono selezionati dagli elettori, ma sono anche soggetti all’accountability, cioè alla verifica a fine mandato della loro attività.
E soprattutto “…si prenda di petto il tema di ricostruirli, questi benedetti partiti. Il PD ha l’occasione di farlo“.

AGGIORNAMENTO.
Matteo Renzi ha annichilito l’elettorato più fedele che l’Italia abbia mai conosciuto: quello di Sinistra. Lui, con i suoi accondiscendenti accoliti, ne ha smontato pezzo dopo pezzo tutti i punti di riferimento. Lui, coi suoi riciclati, indagati, condannati, ne ha spezzato la volontà di immaginare un Paese migliore. Il Paese non risponde più. E’ democraticamente morto, perché ne rifiuta gli strumenti di partecipazione elettorale.“
Condivido buona parte di questo post di Enrico Pazzi, e non solo perché, guarda caso, usa praticamente le stesse parole del mio post di ieri. 🙂

Annunci
ParteCivile

Noi andremo oltre.

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: