Corte dei Conti: nel 2017 mancheranno 13,7 miliardi. Trovati (basta volerlo)…

19 Feb

Si preannunciano tempi ancora più cupi per l’Italia. Lo afferma un documento della Corte dei Conti che contiene una stima fattasulla base della relazione tecnica alla legge di stabilità 2014, che a fronte di un maggior gettito netto nel 2013-2016 di 4,2 miliardi, comporterebbe uno sgravio nei tre anni successivi”.  Secondo il presidente Raffaele Squitieri, il documento, già inviato ieri ai presidenti delle Camere e che viene allegato alla relazione quadrimestrale di cassa, fornisce “una visione generale dei conti pubblici a Parlamento e Governo anche in questa fase particolare della formazione del nuovo esecutivo”. Insomma secondo Squitieri “ci sono segnali, direi modesti, di ripresa e noi monitoriamo la situazione. La Corte sarà vigile”. La situazione post-Stabilità descritta dalla Corte appare “delicata”: il 2014 resta comunque un anno di “tregua fiscale” – come già detto nelle audizioni parlamentari – ma c’è appunto il rischio delle entrate future. In un sentiero che appare comunque “stretto” a causa delle nuove regole europee sul rientro del debito pubblico.

SLOT GENOVADove trovare questa somma astronomica? Il gioco d’azzardo legalizzato è diventato negli ultimi anni una vera e propria piaga, una tragedia sociale. Famiglie smantellate, senso del dovere azzerato, giovani e anziani che dissipano i loro risparmi e pensioni. Tutto per un’attività che drena ormai ben oltre 90 miliardi all’economia: se rimmessi nel circuito dei consumi produrrebbero una fortissima spinta alla ripresaEntrate gioco E non vale neppure più l’argomento che le entrate fiscali derivanti servano a tenere in sicurezza i conti dello Stato: negli ultimi tre anni, a fronte di un sensibile incremento dei volumi di spesa si sono ridotti quelli delle entrate.

 La ragione è da trovarsi nella diversa tassazione delle varie tipologie: mentre (ad esempio) il gioco del lotto è in netto calo, i proventi dell’on.line sono in assoluta ascesa, come dimostrano le tabelle di un articolo de lavoce.info.

 

Tassazione giocoMa le lobby a difesa dei concessionari del gioco d’azzardo hanno lavorato molto bene in Parlamento, ottenendo così ben più di un occhio di riguardo. Ed ecco allora che il governo potrebbe (dovrebbe?) intervenire per recuperare entrate: o aumentando la relativa pressione fiscale, o riducendo drasticamente l’offerta (con ciò risparmiando anche sulla spesa sanitaria: sono almeno 800.000 le patologìe di dipendenza cronica – meglio conosciuta come ludopatìa – e tre milioni i soggetti a rischio su un universo di almeno 15 milioni di italiani), oppure ancora – e sarebbe l’ideale – agendo su entrambi i fronti.

Lo conferma il sociologo Maurizio Fiasco in questa intervista: “Il gioco sottrae domanda all’offerta di beni e ai servizi ordinari. Toglie cioè risorse all’economia reale perchè deprime i consumi. Le entrate fiscali dei 90 miliardi raccolti dai concessionari generano circa il 9% di entrate tributarie per lo Stato. Se lo stesso importo fosse immesso nell’economia reale e quindi fosse soggetto alle tasse che tutti noi paghiamo ogni giorno (Iva, Irpef, Irap, accise, etc) non alla Preu, genererebbe, con stima prudenziale, 10 miliardi in più rispetto a quello che genera oggi. È un dato matematico, non un opinione”.
In totale, appunto, 20 miliardi. Modesto suggerimento per il prossimo Presidente del Consiglio: basta volerlo.

Annunci
ParteCivile

Noi andremo oltre.

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: