Non ci voleva l’oracolo per prevederlo.

5 Feb

Ha ragione Civati, no, non ci voleva. Bastava stare a sentire anche quelli che la pensavano diversamente e magari scambiarci qualche opinione, cercare – può servire, eh, ma occorre almeno un pò d’umiltà – a guardare la situazione da un altro punto di vista.

Certo, bisognava essere convinti che “…non è la legge elettorale a far vincere nessuno, ma la politica che si è in grado di esprimere e le alleanze che si sanno costruire, tra le forze politiche e quelle sociali“. E magari anche provare a pensare se – per caso, combinazione astrale o ignota influenza del fato – non fosse preferibile per il PD “un sistema elettorale con collegi uninominali, alla “o la va, o la spacca”, con candidati scelti attraverso le primarie (primarie per un posto solo, che sono ben diverse dalle primarie ‘plurime’) e un doppio turno di collegio (che non è il doppio turno di coalizione, e tra un po’ mi toccherà portare i cartelli in aula: sono due cose che hanno ben poche somiglianze, soprattutto dal punto di vista del rapporto tra elettori ed eletti)“. Perchè “un sistema del genere avrebbe fatto emergere le qualità del leader nazionale e quelle dei leader locali, dei candidati che storicamente “portano su” il centrosinistra anche nei collegi, e che infatti Berlusconi ha sempre vissuto con molto fastidio“.

E per concludere, “… sospettare che scegliere l’asse con Berlusconi (con tanto di trattino: Renzi-Berlusconi, come spesso titola Repubblica, dimentica delle dieci domande e di vent’anni di attacchi feroci) lo avrebbe portato dall’affidamento ai servizi sociali a quello del Parlamento, da cui è appena decaduto, in vista di nuove riforme costituzionali, che nel 2014 assomigliano parecchio a quelle di cui parlammo (con gli stessi interlocutori e invano) nel 2013″.

http://www.ciwati.it/2014/02/05/non-ci-voleva-loracolo/

Annunci
ParteCivile

Noi andremo oltre.

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: