Contro la corruzione un comitato di salute pubblica

12 Gen

Questo post di nandocan magazine – il blog di Fernando Cancedda – che riporta l’ultima nota di Corradino Mineo e, parallelamente, le nuove scandalose notizie di oggi su altre ruberie di politici e pubblici funzionari, fatti di corruzione, episodi di malaffare o di semplice maleducazione, tutto ciò questa mattina mi ha fatto salire la pressione oltre misura e sorgere alcune immediate riflessioni.

La corruzione ha raggiunto livelli insostenibili. Ormai colpisce ogni livello della struttura. Non c’è bisogno di verificare la classifica mondiale di Transparency per sapere che l’Italia è agli ultimi posti e indietreggia ogni anno, che il morbo è ovunque, può contagiare chiunque, causando danni oggi insostenibili per la collettività, sotto ogni aspetto. E allora come si fa a non indignarsi, ancora una volta? Come può un normale cittadino come chi scrive sopportare ancora? Come può il potere esecutivo, governo e magistratura in primo luogo, affrontare ogni giorno il precipitare della situazione con le normali reazioni e i normali strumenti disponibili? Non si è ancora compreso che ormai siamo all’emergenza, all’allarme disperato, che occorre intervenire immediatamente, dare un segnale deciso con adeguate contromisure, un programma efficace ed urgente di guerra alla corruzione?

Ecco la spiegazione del titolo. Nella mia cieca esasperazione mi è così venuto in mente il Comitato di salute pubblica, quell’organo istituito durante la rivoluzione francese che doveva, tra l’altro, assicurare la sicurezza della Convenzione nazionale combattendo deviazioni, rivolte e corruzione.  Ho immaginato quindi la creazione di una commissione di parlamentari, magistrati, giuristi, sociologi, investigatori, che abbia il potere di intervenire sui reati di corruzione con poteri straordinari e con un corridoio preferenziale per la celebrazione dei processi: ogni denuncia del genere dovrebbe essere portata in tribunale entro tre mesi e dar luogo a condanne esemplari, senza attenuanti di alcun genere. In sintesi, così come quello capeggiato da Danton e Robespierre ma senza ovviamente raggiungere gli stessi esiti sanguinari, istituire il Terrore (sì, il Terrore), limitato, ripeto, ai soli casi di accertata corruzione.

Scusate la foga, sono consapevole di essere eccessivo e non c’è bisogno che mi venga fatto osservare. Ma la situazione esige strumenti eccezionali e invece la magistratura appare invischiata nei suoi noti problemi che la fanno apparire – a torto – inefficiente. Al contrario, dotata di adeguati strumenti e poteri potrebbe espletare il compito con l’indispensabile massimo rigore e dopo un congruo numero di mascalzoni assicurati per lungo tempo alle patrie galere (meglio ancora ai lavori forzati) la situazione verrebbe finalmente normalizzata, il paese disinfestato, il morbo cancellato.

Non si farà, lo so bene. Ma fatemelo almeno sognare.

Annunci
ParteCivile

marziani in movimento

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: