Appello alla Corte dei Conti: respinga lo sconto del governo ai padroni del gioco d’azzardo

6 Nov

Sui regali dei  santi protettori  dei padroni del gioco d’azzardo in Italia si è già detto qui, come pure dei regali principeschi: il primo fu il supermegasconto concesso dalla Corte dei Conti sulla multa inflitta per il distacco dalla rete di controllo Sogei tra il 2004 e il 2007, scoperto dal colonnello Repetto della GdF, creando così  un’evasione di 98 miliardi (miliardi): questa somma fu ridotta a soli 2,5 miliardi da suddividere proporzionalmente tra le dieci concessionarie. Il secondo, che comprende vari aspetti tra cui l’apertura di nuove modalità di gioco, l’aumento delle macchine in circolazionela, la proroga del contratto di concessione, portato a nove anni. Infine il terzo, il più recente, l’ulteriore riduzione della multa a meno di 600 milioni circa tramite il decreto del Governo Letta  ‘ammazza-IMU’.
Accade ora che solo sei delle 10 società condannate abbiano accettato il regalo e quindi il totale raccolto è di 235 milioni circa, cioè abbondantemente sotto la stima, per cui si riaffaccia l’ipotesi di resuscitare l’IMU.

Ora la palla passa nuovamente alla Corte dei Conti: secondo Repubblica “questi soldi sono bloccati su un conto corrente infruttifero del Mef, in attesa che la Corte dei Conti si esprima sulla proposta di transazione. Di fatto, deve valutare se si tratta di un procedimento costituzionale e se il maxi-sconto fissato dal Governo è congruo. In caso contrario, neppure quei denari potrebbero andare a coprire l’Imu e si aprirebbe un nuovo fronte che porrebbe di fatto i magistrati contabili contro l’esecutivo“.

L’improntitudine e l’arroganza di queste aziende va severamente punita: mi auguro vivamente quindi che la Corte dei Conti intervenga annullando il benevolo provvedimento del governo ed esiga il pagamento totale degli originari due miliardi e mezzo.
Fissando magari il termine ultimo prima di Natale, tanto per fare un regalo (virtuale) anche ai cittadini onesti.

Annunci
ParteCivile

marziani in movimento

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: