Se un disabile in classe ci rende tutti migliori.

24 Set

Cosa potranno mai insegnare ai loro figli quei genitori di Napoli che hanno voluto trasferirli altrove perchè in classe c’era un bambino autistico?
Conosceranno il senso vero della parola ‘solidiarietà’? Avranno mai capito cosa vuol dire vivere in una comunità? Sapranno instillare nei loro bambini generosità e altruismo?
Per fortuna ci sono lettere come questa (oggi su Repubblica: “Se un disabile in classe ci rende tutti migliori“), che rincuorano e che riporto qui di seguito. Complimenti di cuore alla signora Zucca: c’è ancora speranza in questa Italia.

Riguardo al caso della richiesta di un gruppo di genitori di Napoli di spostare i propri figli per evitare di stare nella stessa classe di un compagno effetto da autismo, vorrei riportare l’esperienza di mia figlia e l’incalcolabile valore pedagogico che ha avuto per lei e per i suoi compagni avere in classe dalla prima elementare una compagna con gravissime disabilità. Gli insegnanti hanno svolto in modo egregio il loro lavoro, ma hanno saputo coinvolegre i bambini creando una dinamica di gruppo per cui si faceva rete intorno alla bambina con difficoltà. si faceva a gara per finire il prima possibile la verifica di matematica per aiutare la compagna. Mia figlia è cresciuta grazie a questa meravigliosa esperienza nella consapevolezza che si vive in comunità e ogni membro della stessa ha responsabilità verso gli altri: non si lascia indietro nessuno perché è come lasciare indietro una parte di sé. Come mamma e come cittadina ringrazierò sempre la scuola e i genitori di questa bimba per il dono immenso fatto a mia figlia.

Fabrizia Zucca

Annunci
ParteCivile

marziani in movimento

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: