Io sto con Rodotà ( e con Michele Serra)

24 Set

Potevano i dipendenti pennivendoli del pregiudicato riflettere un istante su quel che stavano per scrivere su Libero  e il Giornale (ed evitare così l’ennesima figura di cacca) ? Poteva il ministro (!) Alfano esimersi dallo strumentalizzare (vecchia abitudine) una frase in buon italiano, comprensibilissima ai più? Era possibile, insomma, che la poiitica d’oggi (diciamo da una ventina d’anni a questa parte) non si scagliasse rabbiosa e sbavante su un giudizio, un’opinione, pronunciata da un uomo che può orgogliosamente mostrare il suo patrimonio di una vita consacrata alla cultura e alla Costituzione?

E’ ovvio che non era possibile e infatti non mi sono affatto meravigliato. Ammetto tuttavia che mi ha colpito il sussiego con cui alcuni media, senza naturalmente raggiungere l’orgasmo rabbioso di Sallustri e Belpietro, hanno dato la notizia. Parevano compiaciuti di poter bacchettare, in senso figurato, il professor Rodotà, quasi volendo dimostrare la loro, malintesa, indipendenza di giudizio. A questo gioco gli italiani che ne conoscono la storia non si prestano ed è con vero piacere che oggi ho letto semplici riflessioni di Michele Serra. Semplici per chi è non in malafede, ovviamente.

AMACA Rodotà

Annunci
ParteCivile

Noi andremo oltre.

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: