L’Italia e la Concordia

17 Set

Credo di conoscere i rischi che corro unendomi, in ritardo, a quelli che hanno visto nella storia della Concordia una metafora dell’Italia. Ma le notizie di stamattina che arrivano dal Giglio mi fanno percepire una sensazione di speranza che non voglio tenere per me.

Concordia è stata un magnifico risultato dei cantieri navali di Sestri Ponente. Il suo nome si ispirava all’unità europea, con i suoi ponti battezzati coi nomi di stati europei, ed era una nave che rappresentava un vero orgoglio nazionale in tutti i mari. Così come l’Italia, al di là di tutte le evenienze e contingenze negative che l’affliggono, rappresenta per me – e credo nonostante tutto di essere in buona e numerosa compagnia –  il più bel paese del mondo.

Ora che la nave, pur danneggiata, poggia in verticale sul fondale artificiale predisposto nel progetto, circondata da mezzi di soccorso, bettoline, vedette della Guardia Costiera, pontoni, Concordiasempre più mi torna alla mente l’immagine di questa Italia ferita ma non piegata, con la sua gente capace che ha fatto di tutto, in silenzio, umilmente, assumendosi enormi responsabilità, per portare a compimento il suo salvataggio e condurla a un nuovo destino. La demolizione? No, quello è solo un passo: si tratta di lavoro per i cantieri navali nazionali e poi dai rottami si trarrà nuovo materiale che verrà utilizzato per nuove produzioni, quindi lavoro per tanti e di lavoro si sa quanto ce ne sia oggi necessità.

 Per il delicato e apparentemente impossibile recupero c’era bisogno di qualcuno che sapesse fare il suo mestiere e soprattutto di amarlo e possedere intimamente il senso del dovere: se sulla plancia di comando, invece, siede un bellimbusto che persegue i suoi personali interessi anteponendoli alla missione affidatagli la tragedia è scontata. E lo stesso vale – purtroppo per tutti noi – per l’Italia, come gli ultimi vent’anni ci hanno dimostrato.

Ma, come in tutte le cose, da una tragedia si può risorgere: raddrizzare la Concordia è stata una splendida dimostrazione di capacità, esperienza, volontà, senso del dovere, collaborazione sia internazionale che tra pubblico e privato. Non è esagerato dire che con l’operazione di recupero della Concordia il nostro Paese era sotto gli occhi del mondo: e nessuno mi toglie dalla testa che non mancavano quelli che speravano in un fallimento. Il ristabilimento in equilibrio della nave rappresenta invece un eccezionale risultato sotto ogni punto di vista. Tecnologia, esperienza, intelligenza nelle migliori espressioni hanno portato a un successo che rappresenta, sempre seguendo questa metafora,  un’Italia nuova, che vuole risorgere  – e ha dimostrato che può farlo. Voglio dire che se tutte le parti in causa metteranno a disposizione e disinteressatamente davvero le migliori capacità, competenze, volontà  la nazione Italia potrà riemergere, pur con le sue profonde ferite.  E tutto questo non è solo un augurio, non è solo una speranza, è anche, soprattutto, una mia certezza.

 

Annunci
ParteCivile

Noi andremo oltre.

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: