In morte di Belzebù

6 Mag

E’ da  quando raggiunsi l’età della ragione che mi sono trovato di fronte la  figura di Andreotti. Legata sempre alla vita di questo Paese ma mai, per  quanto ricordi, in senso evolutivo. Ha governato sì, e talvolta può  anche aver fatto cose positive, ma non ha mai aiutato l’Italia a fare un  passo in avanti in senso etico e meno che mai a farle fare quello scatto  sociale e culturale che l’avrebbe proiettata tra le grandi nazioni. E sì che la sua riconosciuta intelligenza, l’acume politico, l’esperienza e la preparazione culturale glielo avrebbero consentito ampiamente. Peccato, avrebbe potuto essere un grande statista, ma preferì gestire gli interessi del partito, della Dc, quando non contrastavano con i propri che guardavano esclusivamente al saldo possesso del potere personale.
Non è  strano pertanto che il suo nome sia sempre legato – così verrà ricordato – ai  misteri piccoli e grandi che avvolgono ancora più di settant’anni della  repubblica. Non lo rimpiango.

andreotti gelliAndreotti LimaAndreotti B.Andreotti carabinieri

Annunci

I commenti sono chiusi.

ParteCivile

marziani in movimento

PRIGIONI INVISIBILI

Pensate di essere liberi? sbagliato! siete esseri messi in prigioni invisibili (cit.D)

Uguali Amori

Considering the situation, I am reasonably self-possessed

un filo rosso

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

A Roma Si Cambia!

Culture e Competenze per l'Innovazione

nandocan magazine 1

note e proposte di un giornalista

Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro...

PD MARCONI ROMA11 (ex15)

gli indomabili di Marconi. Zero sconti.

Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

Invece Sempre

(Ovvero Federica e basta)

ASPETTATI IL MEGLIO MENTRE TI PREPARI AL PEGGIO

(Cit. del Generale Aung San, leader della indipendenza birmana)

Valigia Blu

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

Internazionale

Riflessioni, commenti, divagazioni di un contemporaneo. E altro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: